ONG - Portiamo le periferie al centro    

MAPPA

BRASILE - Agroecologia, economia solidale e cittadinanza attiva in Amazzonia

Share
Image

Agroecologia, economia solidale e cittadinanza attiva in Amazzonia (Brasile)

 

  • Inizio progetto: Novembre 2023
  • Durata progetto: 3 anni

Il territorio Paraense è ricoperto dalla più grande foresta tropicale del mondo, l'Amazzonia. Soprattutto nel sud dello Stato c'è ancora molta foresta primaria, contrariamente all’area di intervento del progetto, dove il taglio della foresta è iniziato all'inizio del secolo scorso, sempre con maggiore intensità, sostituendola con pascoli per l'allevamento e la coltivazione intensiva (monocoltura) di soia e cereali. Questo sta provocando un grave squilibrio nel delicato equilibrio della foresta tropicale, con le conseguenze che tutti conosciamo. Il Pará registra ancora diversi problemi sociali e ambientali, soprattutto nell'interno. Il Pará ha il più alto tasso di deforestazione del Brasile, anche nelle aree di conservazione ambientale, insieme ad altre anomalie sociali. Nel territorio la produzione agricola è varia, ma con grandi differenze a seconda del prodotto. Mentre granoturco, riso, banane, manioca, fagiolo e açaì sono commercializzati sia all’interno che all’esterno dello stato, altre produzioni non hanno una vera rete produttiva e commerciale di distribuzione. I piccoli produttori, in particolare, giocano un ruolo fondamentale per la sicurezza alimentare locale. Sebbene operino su un’area coltivata minore rispetto alle grandi proprietà, la loro produzione alimentare raggiunge il 70% della produzione regionale totale. Allo stesso tempo, tuttavia, tale attività economica garantisce un’occupazione e un reddito precari, soprattutto per giovani, afro-discendenti e donne (che solitamente guadagnano l’80% del salario degli uomini).

L’obiettivo

Rafforzamento delle proposte formative in ambito agricolo per consentire uno scambio di saperi, competenze e buone pratiche per facilitare lo sviluppo agricolo sostenibile e la sicurezza alimentare nell’area.

Il progetto

L’azione si svolge su tre assi principali: la formazione, il miglioramento produttivo e il recupero dei saperi tradizionali. Per quanto riguarda la parte formativa, si prevede di realizzare corsi di formazione sui temi del protagonismo giovanile, della cittadinanza attiva e in ambito agricolo su vari argomenti specifici come: agroecologia, gestione familiare e della microimpresa, sicurezza alimentare, fitoterapia, erbe medicinali, spezie, piante ornamentali e più in generale sulle tecniche agroecologiche. Il progetto prevede anche la ristrutturazione degli spazi dedicati a cucina e refettorio. Per quanto riguarda la parte produttiva, si prevede di realizzare nuovi vivai, erogare piccoli crediti alle famiglie di produttori e accompagnarli con assistenza tecnica agronomica. Infine, si valorizza la salvaguardia dei saperi tradizionali, assicurando che le proposte di agricoltura vengano realizzate in ottica agroecologica garantendo cioè la loro compatibilità con la protezione dell’ambiente amazzonico.

I beneficiari

I beneficiari sono 2.295 persone tra i giovani e gli adulti, partecipanti alla proposta formativa, agricoltori che accedono al percorso di assistenza agronomica, ai vivai e al microcredito.

Responsabile del progetto

Vincenzo Ghirardi

Partner

  • Obras sociais della Diocesi di Bragança
  • Associazione Bom Samaritano

 

Finanziatori

cei-logo-8xmille_vettoriale-0011

  


  

 

 

 

 

Altre news

Scegli come sostenerci

logo_w.png

ONG - Portiamo le periferie al centro

NO ONE OUT

Via Collebeato, 26
25127 Brescia, Italia
Telefono: +39 030 6950381

E-mail: nooneout@nooneout.org

Cellulare: +39 351 8959897 (solo Whatsapp - Iscriviti gratuitamente per rimanere aggiornato: salva il numero nella tua rubrica e mandaci un messaggio con: "nome+cognome+iscrivimi")

Codice Fiscale: 80012670172

Ente del Terzo Settore (ETS) iscritto al Registro Unico del Terzo Settore (RUNTS) con il n. 29821

Iscritto al Registro delle Persone Giuridiche della Prefettura di Brescia al n. 57

Iscritto all'Elenco delle Organizzazioni della Società Civile dell'AICS con decreto n. 2016/337/000273/4 del 04/04/2016 e con decreto n. 3/2021 del 28/01/2021

Whistleblowing

Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato.